334° Giorno: Il mio nome in te

334° Giorno: Il mio nome in te

Non pronunciare il mio nome ad alta voce,
sognalo di notte.

Non urlare il mio nome tra la gente,
tienilo ardente tra le labbra.

Non chiamare il mio nome a voce,
pronuncialo con lo sguardo,
fammelo percepire in ogni abbraccio,
in ogni carezza,
in ogni gesto d’amore che vivo per te!

 

AM

333° Giorno: Vela

333° Giorno: Vela

Il lago d’inverno,
nella barca
tiempido mare.

AM

332° Giorno:Vola

332° Giorno:Vola

Vola,
nel buio della frontiera
attendendo che la notte scorra
lasciando questo destino.

Vola,
tendendo le mani al cielo,
rimanendo forte,
rimanendo ballerino del tempo.

Vola,
fuori da ogni schema,
come anima della festa,
rimanendo stimolo di autostima.

AM

331° Giorno: Fogli da colorare

331° Giorno: Fogli da colorare

Voglio una vita fatta di fogli da colorare.

Voglio una vita in cui poter scegliere qualsiasi nuance con cui dipingerla.

Voglio una vita in cui l’abisso possa essere illuminato,
una in cui il cuore spezzato venga ascoltato.

Voglio una vita fatta di iniziative e non di scelte forzate “perché è la vita”.

Voglio una vita che sia degna di essere vissuta,
una da poter condividere, di cui scrivere, raccontare.

Voglio una vita che non deluda il mio cuore,
che non lo lasci nel rimpianto,
facendomi, giorno dopo giorno,
allontanare, spegnere, morire.

Voglio una vita ricca di calici di stelle da bere in compagnia,
che rallegrino l’atmosfera, illuminandone i dettagli.

Voglio una vita in cui il pregiudizio,
la parola di troppo, non debbano essere più un problema,
uno sputo in faccia amaro e sentito.

Voglio una vita libera, espressiva, strappata dai ricordi sofferti,
ricucita con pennellate di sorrisi amici, futuri incontri.

Voglio una vita così,
viva di sentire, percepire, parlare,
degna,
di essere felice di esistere,

una vita tutta da colorare!

AM

 

330° Giorno: Blocchi della mia mente

330° Giorno: Blocchi della mia mente

Non riesco a liberarmi da questo peso,
legato al mio animo dai modi di fare di questa società.

Brucia lentamente il mio stomaco,
dalla voglia irrefrenabile di libertà
bloccata al mio interno,
rinchiusa in pareti innalzate dagli anni.

Schemi mentali, fissi,
fatti di stupida ipocrisia,
che solo con una spinta di ‘menefregherrimo’ coraggio
riuscirebbero ad essere recisi dal mio inconscio,
lasciandomi libero…
libero di esprimermi,
libero di Amare.
AM

329° Giorno: Impetuosa gelosia

329° Giorno: Impetuosa gelosia

Gelosia impetuosa,
dalla distanza alimentata.
travolge il mio pensiero,
proiettando immagini di pseudo realtà.

Si contorce il mio corpo,
come travolto da una carica di cavalleria,
alla presenza di questa veemente ansia e incertezza,
dalla timidezza e dalla paura del rifiuto scatenata.

Gelosia impetuosa
terribile amica,
della mia travagliata esistenza.

 

AM

328° Giorno: Passaggi della Sera

328° Giorno: Passaggi della Sera

Musiche distanti,

di danze popolari,

riscaldano la silenziosa sera.

Per pochi attimi viaggio

vivendo una città che fu piena di danze e colori.

Un fulgido passaggio,

che illumina la sera.
AM