Dove la brezza colpisce il mistero,
gocce ricadono frizzanti sul volto,
brividi lungo il corpo esprimono il tempo,
e il respiro si fa profondo
davanti a questo mondo imbevuto di fascino.

Isolo il mio pensiero,
tendendomi all’ascolto,
riempiendo le orecchie dello sciabordare di questo mare.
Mentre il mio sguardo si perde
seguendo il suo imprevedibile movimento.

Pungente,
la nera roccia su cui siedo,
pone limite al mio viaggio,
delineando il suo confine,
tra me è l’eterna libertà.

E nella maturazione del tempo,
la consapevolezza che prima o poi,
come il corraggio fulmineo di un bambino,
affronterò quel tuffo,
verso il luogo dove la brezza colpisce il mistero.

AM

Ph: Anton Repponen

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...