So che la senti,
la percepisci,
provi un che di strano,
provi voglia di un “che”…
di un “che” che non è facile definire,
interpretare,
e continui ad ascoltarlo,
quasi ad amarlo,
ti apri agli altri
cercando di condividere con loro
questo nuovo “che”…
ma nessuno ti capisce,
nessuno ti ascolta..
Allora
pensi di non comprendere
come la vita viene interpretata,
di non capire come ognuno
vive le proprie esperienze,
e incosciente
ne rimani deluso.
Solo quando Lei arriva,
veloce,
piena di “che”,
tu capisci,
e come gli altri,
tendi a non  ignorare
la tua esistenza,
il suo senso,
il suo “che”…

AM

 

Ph: Francesca De Marchi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...