244° Giorno: Briciole di speranza

244° Giorno: Briciole di speranza

 

A volte non ci si accorge di quanta sofferenza ci sia dietro un sorriso,
come dice un famoso proverbio: “Prima di giudicare un uomo cammina per tre lune nelle sue scarpe”!

Buona Lettura

Torrida la sabbia,
la senti entrare nelle scarpe
e grattare la tua dura pelle.
Tra le mani,
tieni il peso del tuo lavoro,
che ad ogni passo
aumenta le sue richieste di attenzione.
Il sole del mattino
ormai non lo senti più.
Ti è indifferente.
Come indifferenti
sono gli sguardi di coloro che aneli..
Cammini per chilometri
cercando briciole di speranze da rastrellare;
da conservare e accumulare
per riuscire ad illuminare le tue serate.
“Ehi! Scusa!”
Le tue orecchie si tendono al richiamo,
ti giri..
e con un falso sorriso,
vai a raccogliere
quell’utopica briciola di speranza.

AM

 

Ph: Francesca De Marchi

243° Giorno: Anteprime

243° Giorno: Anteprime

Giocano le voci,
susseguendosi tra melodie che seguono il respiro,
mentre suoni scherzosi,
creano arrangiamenti dinamici.
Sullo sfondo,
dita che unisone
scolpiscono ritmi nel cuore.

AM

 

Ph: Maura Bellio

242° Giorno: Perdita di controllo

242° Giorno: Perdita di controllo

Dove ti perdi,
tra pensieri passati,
sparando pallottole d’aria
che scarnificano la pelle
lasciando scorrere
fiotti di amaro dolore.

Dove ti perdi,
tra i pensieri passati,
rimarcando fantasie false
nascoste da sorrisi beffardi,
mentre cuccioli
nel fior della vita,
cominciano a credere in te
per rimanere poi spiazzati
vedendo le mura di casa iniziare a crollare.

E nella lontananza il riparo del cuore

AM

 

Ph: Web

 

241° Giorno: Goccia di meraviglia

241° Giorno: Goccia di meraviglia

La meraviglia,
in una goccia di Natura,
tra mani rocciose
che custodiscono il suo placido cuore.
E in quella turchese gemma,
freddo ristoratore,
che risana il corpo e la mente,
ricollegandole l’uno all’altra,
riportando all’uomo
il contatto con la vita.
Goccia di Natura,
nel silenzio possente,
acquila nel pensiero,
tra sguardi che sovrastano
questo regno tra i cieli.

AM
Ph: Maura Bellio

240° Giorno: Pietre Magiche

240° Giorno: Pietre Magiche

Virtù e occulto,
cela la nuda pietra,
mentre arcobaleni di luce
esplodono nella sua purezza cristallina.
E nella sua scintillante essenza,
il contatto intrinsico con la natura,
che all’uomo sognante
infonde immagini di coraggio,
illuminandogli la strada
velata dal mistero.

AM

Ph: Web

239° Giorno: Colline alberate

239° Giorno: Colline alberate

Colline alberate,
mosse dal vento,
foglie che seguono
questo forte movimento.

Colline alberate,
dal sole toccate,
vivono l’evoluzione,
prima della cruda deforestazione.

Colline alberate,
dal sangue verde ormai spento,
tra rami tritati,
infinito sbigottimento.

Colline alberate..
lavori in corso.
AM

 

Ph: Dave Meier

238° Giorno: La voglia di non Stanchezza

238° Giorno: La voglia di non Stanchezza

Chiude l’occhio,
che vuol star sveglio,
spinto dalla volontà divisa
tra il vivo e lo sfinimento.
Spinge,
onde evitare di perdere la vita,
che il cuore
con desiderio,
vuole assaporare.
Istanti vissuti a flash,
prima di vivere un sogno
che continua la realtà.

AM

 

Ph: Web