59° Giorno: Alla fine di un viaggio..

Come qualcuno di voi avrà potuto intuire, attualmente mi trovo in viaggio..
L’altro ieri ho finito il mio periodo a Cambridge.. Un periodo che è al dir poco volato..
ed ora mi accingo a tornare a casa, ma facendo qualche “sosta” lungo il ritorno..
E finalmente dopo un’intera giornata di viaggio, riesco ad accedere ad un punto Wi-fi,
ed ecco quindi la poesia che avevo scritto ma non ho avuto modo di pubblicare!!

Buona Lettura,

Anthony

 
Il viaggio
è un espressione di noi stessi,
la meta
una delle sue sfumature,
le persone che incontri
il suo definito e importante contorno,
le esperinze
la sua foggia..
Ogni viaggio,
ci cresce,
ci cambia,
ci fortifica,
ci rendi decisi,
pensatori.
E solo nel momento della sua fine,
si realizza quanto abbiam inconsciamente appreso,
e quanto ci mancherà,
perchè il viaggio è parte di noi,
parte della nostra libertà,
paesaggio del cuore
che sempre allieta,
anello al dito,
che intimamente rimarrà sempre legato a noi
rendendoci sposi
del mondo.

 

AM

Ph. AM

Annunci

58°Giorno: Lasciando ricordi..

58°Giorno: Lasciando ricordi..

Mentre un sorriso nostalgico
affiora sul mio volto,
il mio cuore rivive i legami formati..
E guardando con gli occhi del ricordo
riassapora i tempi e le sensazioni
di ogni tipico scorcio.
Regalando all’anima
un gioiello prezioso,
che nel tessuto del tempo,
con sè sempre porterà.

AM

Ph.:AM

57° Giorno: Passaggio

57° Giorno: Passaggio

E nella ormai spenta notte
si incanta la poesia,
che nel virgulto dell’alba
attende di schiudersi,
pronta a far inebriare
di qual si voglia passione,
il suo ammiratore.

 

AM

Ph: Web

56°Giorno: Contatti (Contacts)

Il post di oggi lo dedico ad una delle mie “collaboratrici” fotografe Francesca De Marchi, che oggi celebra il suo compleanno,
pubblicando questo poster che abbiamo avuto modo di ideare insieme!

Buona Lettura..

812720_10200441241857580_2054530884_o

I meet,
in the contrast of the moment,
that feeling
That here, alone,
now it lights.
But you in all this,
where are you?

55°Giorno: BuBuBua’

55°Giorno: BuBuBua’

Questa mattina ho ricevuto la splendida notizia della nascita della figlia di una coppia di amici! Sono super contento per loro!!!!!!
E con grande gioia, dedico loro questi semplici versi.

Super congratulazioni alla neo-mamma e al neo-papa’ e un fantastico “Benvenuto” a questa meravigliosa neo-arrivata! 🙂

Parola favolosa,
parola nascosta,
parola che si fa sentire,
parola di un neonato
che non sa’ cosa dire..

 

Fabulous word,
hidden word,
word that is desperate to be heard ,
word of a newborn
who does not know ‘ what to say ..

AM

Ph.: Web

54°Giorno: Salendo

54°Giorno: Salendo

In equilibrio su questo
stretto passaggio,
metto un passo dopo l’altro,
attento a non sbilanciarmi
tra il tutto e il nulla;
cercando con grinta
di affrontare il cammino
che mi si pone innanzi.
Questa strada che pian piano si innalza,
cerca di farmi scoraggiare..
Ma ad ogni passo
scopro la bellezza
che si nasconde dietro la fatica,
scopro un pezzo di orizzonte in più
che mi spinge
a proseguire con determinazione
verso l’attesa meta;
ove,
una volta raggiunta,
mi inebrierò di meraviglia
disperdendo il mio sguardo
oltre l’orizzonte dell’infinito.

AM

 

Ph.: Francesca De Marchi

53° Giorno: Lasciar andare (Let it go..)

53° Giorno: Lasciar andare (Let it go..)

Oggi in Cina e in molti altri paesi, si festeggia il “Festival delle lanterne”, una festività che viene celebrata il 15° giorno dal primo mese del calendario lunare.
In questa festività le persone escono durante la notte portando con loro delle lanterne di carte, che poi accenderanno e lasceranno volare nel cielo..
La festa presenta molteplici significati, in uno dei tanti la lanterna simboleggia il passato che viene lasciato andare, per essere pronti ad accoglierne uno nuovo. (Per saperne di più)

Buona Lettura!

 

Tramonta il buio dell’inverno,
illuminato dal trascorso degli uomini,
che pieni di speranza
e desiderose aspettative,
nella familiare tradizione
sono pronti ad accogliere
quel che sarà un nuovo passato.
Affidando il loro venturo
alle antiche stelle,
che,
se piacenti,
veglieranno
il loro dedestino.

 
Set, the darkness of winter,
illuminated by the bygone of the men,
that full of hope and eager expectations,
in family tradition
they are ready to accept
what will be a new past.
Entrusting them their future,
to the ancient stars,
that,
if liked,
will watch
their destiny.

AM

 

Ph. Aurora Borneo